La Sindrome  Respiratoria Medio-Orientale è una malattia virale respiratoria riportata la prima volta in Arabia saudita nel 2012. E’ causata da un coronavirus, chiamato MERS-CoV. La maggior parte delle persone con casi confermati  di MERS-CoV sviluppa una severa malattia respiratoria con febbre, tosse e dispnea. Circa la metà delle persone colpite muore. Finora tutti i casi sono stati collegati a paesi della penisola arabica come Arabia saudita, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Oman, Giordania e Kuwait. Il virus ha mostrato di diffondersi dalla persona malata alle altre attraverso uno stretto contatto. Tuttavia, fino ad ora il virus non ha mostrato di esser capace di diffondersi in modo sostenuto in una comunità.  La situazione è comunque in evoluzione. Al 17 marzo 2014, A livello globale, dal settembre 2012 ad oggi, sono stati segnalati all’OMS 191 casi confermati in laboratorio di infezione da MERS-CoV, tra cui 82 decessi.

Sulla base della situazione attuale e delle informazioni disponibili, l’OMS raccomanda a tutti gli Stati membri di continuare la sorveglianza delle gravi infezioni respiratorie acute (SARI) e a rivedere attentamente eventuali modelli insoliti.

Le misure di prevenzione e controllo delle infezioni sono fondamentali per prevenire il diffondersi di MERS- CoV nelle strutture sanitarie. Le strutture sanitarie che forniscono assistenza ai pazienti con sospetta o confermata infezione MERS-CoV devono adottare misure adeguate per ridurre il rischio di trasmissione del virus da un paziente infetto ad altri pazienti, operatori sanitari e visitatori. Gli operatori sanitari dovrebbero essere istruiti, formati e aggiornati con competenza in materia di prevenzione e controllo delle infezioni. Non sempre è possibile identificare precocemente i pazienti con MERS -CoV perché alcuni presentano sintomi lievi o inusuali. Per questo motivo, è importante che gli operatori sanitari applichino costantemente le precauzioni standard per tutti i pazienti – indipendentemente dalla loro diagnosi – in tutte le pratiche di lavoro, per tutto il tempo.

Alle precauzioni standard dovrebbero essere aggiunte le mascherine quando si presta assistenza a tutti i pazienti con sintomi di infezione respiratoria acuta. Le mascherine  più gli occhialini devono essere indossati quando si assistono casi probabili o confermati di infezione MERS-CoV. Le precauzioni respiratorie sono indicate durante l’esecuzione di procedure che generano aerosol.

I pazienti devono essere gestiti come potenzialmente infetti quando i sintomi clinici ed epidemiologici suggeriscono fortemente MERS-CoV, anche se un test iniziale su un tampone nasofaringeo risulta negativo. Il test dovrebbe essere ripetuto quando il test iniziale risulta negativo, preferibilmente su campioni delle basse vie respiratorie.

Gli operatori sanitari sono invitati a mantenere la vigilanza. I viaggiatori di recente ritorno dal Medio Oriente che sviluppano SARI dovrebbero essere testati per MERS-CoV, come consigliato dalle attuali raccomandazioni sulla sorveglianza.

L’OMS ricorda  a tutti gli Stati membri di valutare tempestivamente e di notificare  all’OMS ogni nuovo caso di infezione da MERS-CoV, insieme alle informazioni circa esposizioni potenziali che possono aver provocato l’infezione e una descrizione del decorso clinico. Un’indagine epidemiologica sulla fonte di esposizione dovrebbe essere iniziata tempestivamente per identificare la modalità di esposizione, in modo da impedire l’ulteriore trasmissione del virus. Le persone ad alto rischio di malattia severa causata da MERS-CoV devono evitare il contatto con gli animali quando visitano aziende agricole o fienili dove è provato che il virus sia potenzialmente circolante. Tutte le persone che visitano una fattoria o un fienile dovrebbero rispettare le misure igieniche generali, quali il lavaggio regolare delle mani prima e dopo aver toccato animali, evitare il contatto con animali malati e attenersi a corrette pratiche di igiene alimentare.

L’OMS non raccomanda di eseguire alcun test ai viaggiatori nei punti di ingresso dei Paesi membri né, attualmente,  alcuna restrizione a viaggi o a rotte commerciali.

Informazioni aggiornate sulla MERS-CoV si possono trovare sui siti dell’OMS, della CDC americana e dell’EC- DC. Alleghiamo alcuni indirizzi internet utili:

-CDC Middle East Respiratory Syndrome (MERS): http://www.cdc.gov/coronavirus/mers/index.html

-Middle East Respiratory Syndrome (MERS) Interim Guidance for Airline Crew: ReportI / Travelrs on Flight arriving to the United States (http://www.cdc.gov/quarantine/travel-industry/air mers-interim-guidan- ce-airline-crew-report-ill-travlers-flights-arriving-united-states.html  (CDC Quarantine site).

-WHO Coronavirus Infection: http://www.who.int/csr/disease/coronavirus/infections/en/index/html e http://www.who.cdc.gov/other/disclaimer.html.

-Novel Coronavirus, Publich Health England: http://www.hpa.org.uk/Topics/InfectiousDiseases/Infection- sAZ/NovelCoronavirus/ e http://www.cdc.gov/Other/disclaimer.html.

-ECDC:Updates to Rapid Risk Assessment on MERS-CoV (PDF): http://www.ecdc.europa.eu/en/publications/ publications/risk-assessment-middle-east-respiratory-syndrome-coronavirus-MERS-CoV-17-may-2013.pdf. E http://www.cdc.gov/Other/disclaimer.html.

Update: Recommendations for Middle East Respiratory Syndrome Coronavirus (MERS-CoV): http://www.cdc. gov/mmwr/preview/mmwrhtml/mm6227a4.htm?s cid=mm6227a4.  MMWR July 12, 2013/62(37);557. Update: Severe Respiratory Illness Associated with a Novel Coronavirus- Worldwide, 2012-2013: (http:// www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhhtml/mm62e0307a1.html? S cid=mm62e0307a1 x) MMWR Mar- ch 7, 2013/62 (Early Release); 1-2

Severe Respiratory Illness Associated with a Novel Coronavirus- Saudi Arabia and Qatar, 2012 (http:// www.cdc.gov/mmwr/preview/mmwrhhtml/mm61e1004a1.html? S cid=mm61e1004a1 e) MMWR Octo- ber 12, 2012/61;820.

Pin It on Pinterest