Una diarrea persistente è associata ad enteropatia e conseguente malassorbimento. Può essere dovuta a parassiti, in primo luogo a giardiasi nel qual caso predominano i sintomi gastrici e duodenali. I sintomi di una giardiasi possono durare mesi. La diagnosi si fa con l’esame microscopico delle feci, la ricerca degli antigeni e l’immuno fluorescenza. Altri agenti patologici possono essere il Cyptosporidium, Entamoeba histolytica, Isospora belli, Microsporidia, Dientamoeba fragilis e Cyclospora cayetanensis.

Una diarea persistente può esere l’espressione di una malattia gastrointestinale preesistente o di una intolleranza alimentare precedentemente non diagnosticata come la colite ulcerosa o la malattia di Crohn o la malatia celiaca.

Una diarrea persistente può essere anche l’espressione di una sindrome intestino irritabile che può esere a sua volta complicazione di diarea del viaggiatore.

Maggiori informazioni sulle singole malattie infettive sono consultabili presso il sito dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Pin It on Pinterest