La crociera  è scelta da un numero crescente di turisti, specie da quelli appartenenti alla terza età, a causa delle comodità che offre, delle opportunità di divertimento e vita sociale e nello stesso di vedere a terra città portuali di grande fascino. La durata media è una settimana. Una tipica nave da crociera può trasportare oltre 3000 passeggeri e 1000 membri dell’equipaggio.

Il nuovo Regolamento sanitario Internazionale, attivo dal 2007, si occupa anche dei requisiti delle operazioni che devono essere fatte sulle navi. Ci sono standard internazionali  che riguardano l’igiene delle imbarcazioni e dei porti, la sorveglianza delle malattie infettive e la risposta da dare in caso di epidemie. Vi sono anche indicazioni riguardo la fornitura di acqua e cibo sano, il controllo dei vettori e dei roditori e lo smaltimento dei rifiuti. In accordo all’articolo 8 dell’International Labour Organization Convention (1987) le imbarcazioni che trasportano un equipaggio formato da più di 100 persone in un viaggio internazionale di durata di tre gg o più deve avere un medico per l’assistenza sanitaria dell’equipaggio. I traghetti non hanno una sala per le emergenze, ma designano una persona per prestare soccorso. Il contenuto della cassetta dei medicinali della nave deve essere in accordo con le raccomandazioni internazionali e con le leggi nazionali per le navi commerciali  che solcano gli oceani, ma non esistono obblighi speciali sul contenuto della cassetta per le navi da crociera.

L’età media del viaggiatore da crociera è 45-50 anni. Gli anziani rappresentano un terzo dei passeggeri. Poiché essi sono più facilmente portatori di patologie croniche, si spiega perché oltre la metà delle visite mediche urgenti vengono fatte a persone di età>di 65 anni. A causa delle variazioni climatiche, dei cambiamenti di dieta, dei bioritmi e nell’attività fisica, del maggiori livello di stress, della fatica, gli anziani possono vedersi peggiorare le condizioni di salute. La patologia cardio-vascolare rappresenta la principale causa di mortalità durante una crociera. Vi possono essere lesioni dovute a cadute o altri incidenti, patologie dentarie, ustioni per scorretta esposizione a sole. Patologie legate ai movimenti delle imbarcazioni si verificano prevalentemente nel caso di barche, battelli o navi di piccole dimensioni.

Prima dell’imbarco i viaggiatori devono consultare un medico per accertare il proprio stato di salute in rapporto alla durata del viaggio ed all’impegno psico-fisico che esso comporta, per considerare l’utilità di vaccinazioni in rapporto allo stato immunitario e per concordare una farmacia da viaggio in grado di affrontare eventuali disturbi tra cui quelli legati a cinetosi. Sarebbe bene consultare anche il proprio dentista per un controllo.  Può essere utile stipulare una polizza assicurativa in grado di coprire i rischi sanitari. A bordo, lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni disinfettanti.  In caso di diarrea o febbre a bordo, riportare immediatamente l’informazione allo staff medico ed una volta sbarcati al proprio medico.

Pin It on Pinterest