Isole Salomone

Isole Salomone

CAPITALE: Honiara – ALTITUDINE: 30 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto a viaggiatori provenienti da aree con rischio di trasmissione di febbre gialla.

HIV/AIDS: Esistono norme di legge che limitano l’ingresso, il soggiorno o la residenza di persone  HIV positive.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malaria – Il rischio di malaria, principalmente da P. falciparum (60% di casi contro i 35-40 da P.vivax e <1% da P.ovale), esiste tutto l’anno, salvo in certi isolotti periferici a est e a sud. Segnalati ceppi di P. falciparum resistenti alla clorochina. Prevenzione raccomandata: prevenzione delle punture di insetto più chemioprofilassi con l’associazione atovaquone-proguanil o meflochina o doxiciclina).
  • Altre malattie trasmesse da artropodi – Filariosi diffusa con prevalenza variabile. Nella maggior parte delle isole possono verificarsi epidemie di dengue, anche di tipo emorragico e casi di encefalite giapponese. Riportati casi di Ross River Fever.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Malattie diarroiche. Segnalate febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari).
  • Altri rischi ed altre malattie – Chi si bagna deve fare attenzione ai celenterati, ai pesci velenosi e ai serpenti d’acqua. Nel paese esiste un’alta prevalenza di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Tubercolosi endemica (incidenza stimata 100-300 casi l’anno per 100.000 abitanti). Nel 2010 segnalati 14 casi di lebbra.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A e febbre tifoide.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

La situazione politica e sociale nelle Isole Salomone, dopo i disordini registratisi in passato, permane calma. Tuttavia scontri etnici e politici potrebbero verificarsi senza preavviso in tutto il Paese e soprattutto nella capitale Honiara, dove le condizioni di sicurezza sono precarie. Nella stagione dei monsoni (da novembre a maggio) vi è il rischio di fenomeni ciclonici.

Kiribati (Isole Gilbert)

Kiribati (Isole Gilbert)

[quote_box_left]CAPITALE: Tarawa – ALTITUDINE: 0 m[/quote_box_left]

 

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da aree con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Segnalati casi di dengue, encefalite giapponese, filariosi e Ross River Fever.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio elevato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Malattie diarroiche. Segnalate la febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari.
  • Altri rischi ed altre malattie – Chi si bagna deve fare attenzione ai celenterati, ai pesci velenosi e ai serpenti d’acqua. Nel paese esiste un’alta prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Nel 2010 segnalati 182 casi di lebbra.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A e febbre tifoide.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Kiribati si trova a notevole distanza dalla Nuova Zelanda ove risiede la competente Rappresentanza Diplomatico/Consolare italiana. Vi sono, pertanto, oggettive difficoltà di contatto, anche telefonico, con le rappresentanze italiane per una diretta assistenza ai connazionali che si dovessero trovare in stato di bisogno. Durante la stagione delle piogge (da novembre ad aprile) si possono verificare fenomeni ciclonici (da novembre ad aprile) attenersi alle misure adottate dalle autorità locali.

Micronesia (Stati federali di Micronesia)

Micronesia (Stati federali di Micronesia)

CAPITALE: Palikir – ALTITUDINE: 0 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Nessun obbligo di vaccinazione per i viaggiatori internazionali.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Segnalati casi di dengue, encefalite giapponese, filariosi e Ross River Fever.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Colera – Si sono verificate estese epidemie negli anni passati.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Segnalati casi di febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari.
  • Altri rischi ed altre malattie – Chi si bagna deve fare attenzione ai celenterati, ai pesci velenosi e ai serpenti d’acqua. Nel paese esiste un’alta prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Tubercolosi, leptospirosi. Nel 2010 segnalati 117 casi di lebbra.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A, febbre tifoide e rabbia.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Il Paese è relativamente  sicuro. La situazione  politica  è stabile, non si segnalano presenze collegate al terrorismo internazionale. Casi di furto a danno di stranieri durante la notte avvengono per lo più nell’isola di Chuuk.

Nauru

Nauru

CAPITALE: Yaren  – ALTITUDINE: 10 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da aree con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Segnalati casi di dengue, encefalite giapponese e filariosi.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Malattie diarroiche. Riportate la febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari.
  • Altri rischi ed altre malattie – Chi si bagna deve fare attenzione ai celenterati, ai pesci velenosi e ai serpenti d’acqua. Nel paese esiste un’alta prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Presenza di turbercolosi e leptospirosi.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A e febbre tifoide.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Il paese è sicuro sotto ogni profilo.

Niue (Nuova Zelanda)

Niue (Nuova Zelanda)

CAPITALE: Alofi – ALTITUDINE: 10 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori con età superiore ai 9 mesi che arrivino da aree con rischio di trasmissione di febbre gialla.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Filariosi, ma la sua prevalenza è variabile. è presente la dengue.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato. Attenzione agli alimenti e Normix in valigia.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Sono frequenti infiammazioni gastrointestinali dovute a batteri, virus e parassiti inclusa la entomoeba histolytica. Sono presenti l’epatite A, la febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari.
  • Altre malattie ed altri rischi – Epatite B, tubercolosi e leptospirosi. Chi si bagna deve fare attenzione ai pesci velenosi, celenterati e ai serpenti d’acqua.

 

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A e febbre tifoide.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

Il paese è sicuro. Niue si trova a notevole distanza dalla Nuova Zelanda ove risiede la competente rappresentanza Diplomatico/Consolare italiana. Vi sono, pertanto, oggettive difficoltà di contatto, anche telefonico, per una diretta assistenza ai connazionali che si dovessero trovare in stato di bisogno.

Nuova Caledonia (Francia)

Nuova Caledonia (Francia)

CAPITALE: Noumea – ALTITUDINE: 10 m

CERTIFICAZIONI RICHIESTE

Febbre gialla – Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da aree con rischio di trasmissione di febbre gialla. Nel caso in cui un’epidemia minacci il Territorio, potrà essere richiesto un certificato di vaccinazione specifico.

 

RISCHI PER LA SALUTE

  • Malattie trasmesse da artropodi – Filariosi diffusa con prevalenza variabile. Nella maggior parte delle isole possono verificarsi epidemie di dengue, anche di tipo emorragico, casi di encefalite giapponese e di Ross River Fever.
  • Diarrea del viaggiatore – Rischio moderato.
  • Altre malattie trasmesse dagli alimenti e dall’acqua – Malattie diarroiche. Molto diffuse sono la febbre tifoide e le elmintiasi. Il consumo di pesce, molluschi e crostacei crudi o cotti può essere all’origine di tossinfezioni alimentari.
  • Altri rischi ed altre malattie – Chi si bagna deve fare attenzione ai celenterati, ai pesci velenosi e ai serpenti d’acqua. Nel paese esiste un’alta prevalenza (> 8%) di portatori del virus HBV, responsabile dell’epatite B. Presenza di tubercolosi e leptospirosi.

VACCINAZIONI DA CONSIDERARE: quelle di routine, epatite A e febbre tifoide.

 

RISCHI PER LA SICUREZZA

L’isola di Belep, nel nord della Nuova Caledonia è ritenuta a rischio. Cautela nell’l’Isola di Ouvea e nell’Isola di Maré.

 

Pin It on Pinterest